.
Annunci online

  danae [ pensieri e parole ]
         

Rassegna Stampa


Essere donna è così affascinante. E' un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai"
font>


Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare".
Ernesto Che Guevara














17 novembre 2007

Genova...oggi 17.novembre 2007

Ho paura ma me la devo tenere dentro di me. Mio figlio è andato alla manifestazione di Genova..quella per manifestare contro le condanne che sono state inflitte ai manifestanti in quel giorno di sei anni fa che è rimasto impresso indelebile nella memoria. Mio figlio, il mio meraviglioso figlio che odia le guerre, che è contro le armi, che è dolce …stava a Genova insieme a tanti compagni e compagne di liceo quel giorno e ha visto cosa è successo.
Alla mia preoccupazione mi diceva..non ti preoccupare mamma..siamo in tanti, siamo per la pace, non succederà nulla. E invece…          quel giorno lunghissimo con le prime notizie della morte di Carlo Giuliani e il terrore che saliva dentro di me. E i cellulari che non prendevano. Poi finalmente sono riuscita a mettermi in contatto con lui che stava tornando a casa. Allora il mio pensiero è andato a quei ragazzi a Carlo Giuliani e al carabinieri…tutti e due con le vite spezzate. Sono stati fatti tanti errori quel giorno…i responsabili non hanno ancora pagato. Spero che oggi sia diverso..che quel giorno abbia insegnato qualcosa a tutti  e che i gruppi violenti degli ultràs non si aggiungano al corteo.  Ma ho lo stesso paura…paura del ultràs, paura dei poliziotti che in questi giorni hanno un po’ il dente avvelenato….alcuni sono ragazzi anche loro…oddio…starò tutto il giorno attaccata al televideo pag. 101


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. paura g8 pace ultrà

permalink | inviato da danae il 17/11/2007 alle 13:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa



16 settembre 2007

Fra cent'anni......Trilussa..ora come allora

 

Fra cent'anni
 
Da qui a cent'anni, quanno
ritroveranno ner zappà la terra
li resti de li poveri sordati
morti ammazzati in guerra,
pensate un po' che montarozzo d'ossa,
che fricandò de teschi
scapperà fòra da la terra smossa!
Saranno eroi tedeschi,
francesci, russi, ingresi,
de tutti li paesi.
O gialla o rossa o nera,
ognuno avrà difesa una bandiera;
qualunque sia la patria, o brutta o bella,
sarà morto per quella.
 
Ma lì sotto, però, diventeranno
tutti compagni, senza
nessuna diferenza.
Nell'occhio vôto e fonno
nun ce sarà né l'odio né l'amore
pe' le cose der monno.
Ne la bocca scarnita
nun resterà che l'urtima risata
a la minchionatura de la vita.
E diranno fra loro: - Solo adesso
ciavemo per lo meno la speranza
de godesse la pace e l'uguajanza
che cianno predicato tanto spesso!
 
31 gennaio 1915


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia guerra ugaglianza pace

permalink | inviato da danae il 16/9/2007 alle 21:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



canetra
che tempo farà domani
piante e fiori
beppe grillo
mietta
calimero
penelope
raqqash
giulia
eta beta
fort
enrico
chiamami aquila
mostro joe
scarpette rosse
wicky


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom