.
Annunci online

  danae [ pensieri e parole ]
         

Rassegna Stampa


Essere donna è così affascinante. E' un'avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai"
font>


Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare".
Ernesto Che Guevara














26 novembre 2007

oltre il giardino

Dicono che i crisantemi sono i fiori dei morti.
 Eppure in questa stagione il mio giardino è una esplosione di colori.
 Ci sono quelli gialli con il fiore a palla, ci sono quelli rosa e gialli con il fiore che sembra
una margherita, poi ce ne è uno in particolare che è bianco ed è il mio preferito.
Con i loro colori hanno veramente illuminato il giardino e si sposano con le sfumature autunnali
 del salice, del nocciolo contorto , dell’acero giapponese e con il rosso dei melograni
che io lascio sugli alberi come cibo invernale per gli uccellini.
 Poi ci sono le bacche rosse  dei cotonaster e  quelle arancione dei piracantha che non so
 perché ma mi fanno pensare tanto al Natale.
Di quei natali che non ci sono più…parlo dei natali con la neve che ricamava tutto il giardino
 e le bacche rosse spiccavano come rubini.
 Chissà perché non nevica più..o meglio nevica di meno almeno dalle mie parti e quasi mai a Natale.
 
La neve è una poesia. Una poesia che cade dalle nuvole in fiocchi bianchi e leggeri e avvolge
 tutte le cose con un tacito manto e ricopre le case, le chiese, i prati, i porti…….
e in quel silenzio ovattato, dolce e magico ridivento bambina.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fiori giardino neve

permalink | inviato da danae il 26/11/2007 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa



12 luglio 2007

Le mie peonie......percezioni

La Peonia è il mio fiore preferito. Peccato che poi la loro fioritura duri  al massimo  una ventina di giorni…ma l’aspetto con impazienza e ogni volta..mi stupisco davanti alla bellezza di quel fiore che ripaga tanto dell’attesa.

Lei non chiede nulla..solo il suo posto..sempre quello..non ama traslocare è un po’ una pantofolaia.

Non serve sapere tanto, ha solo bisogno, come tutti, di cure e d'amore, dell’acqua giusta  e della luce e del calore di cui ha bisogno.

Quest’anno mi sono perduta la sua spettacolare fioritura perché non sono potuta andare alla mia casina per l’operazione al piede…ho sentito la sua mancanza. Le mie piante e i miei fiori…fanno parte di me e adoro vedere crescere una pianta, l’esplosione dei colori..le miriadi sfumature del verde. Con loro mi rilasso e faccio scivolare via lo stress…piano ..piano…..penso che loro questo lo percepiscono……… ….




permalink | inviato da il 12/7/2007 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



17 aprile 2007

FAR RIFIORIRE LE STELLE DI NATALE NONOSTANTE TUTTO

Non amo molto conservare le stelle di Natale anche perchè a me di solito...dopo la splendida fioritura continuano a crescere..ma hanno sempre un aspetto striminzito. Due Natali fa  mia cugina mi ha regalato una bellissima pianta che ha fatto una meravigliosa fioritura.Dal momento che casa mia non è enorme..alla fine di Marzo l'ho messa, senza tante pretese, fuori in balcone e ho accorciato i rami perchè davano fastidio ad un ciclamino che stava vicino. Ad agosto me la sono portata a casa in campagna e l'ho lasciata in giardino, quasi dimenticata....ma prendeva l'acqua dall'innaffiamento automatico. Ai primi di ottobre mi accorgo che mio marito aveva rotto (chissà quando) il vaso con il decespugliatore. Mossa a compassione cambio il vaso e metto un pò di concime (avevo solo il letame). Ai primi freddi me la sono portata a Roma..sempre in balcone.
Vado sempre di fretta...e a volte non si ha neanche tempo per guardare cosa ci circonda (azz)  Ma un bel giorno....mentre stendevo i panni...mi va l'occhio sulla mia povera stella di Natale abbandonata................................che meraviglia......non credevo ai miei occhi……, la poverina, nonostante tutto … era tutta in fiore...più bella di quelle che si vendono nei negozi...ed è in fiore tuttora…




permalink | inviato da il 17/4/2007 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



30 marzo 2007

cambio o..ri...cambio d'aria

Beh cambio aria per il fine settimana …ci vuole. Vado in campagna…come dico io a sporcarmi di terra. Ho un sacco di cose da fare…seminare tagetes, è orami ora di dividere le dalie…mandare a  quel paese la direttrice..seminare i nasturzi che in estate scendono dalla rampa di accesso al garage. Ho  deciso poi di coprire una rete di 10 metri (odiosa) e voglio piantarci rose rampicanti e un caprifoglio.Vedere se hanno ripreso le talee di rose e se le lumache hanno banchettato con le mie fragole… Vedere la fioritura spettacolare delle mie peonie E poi…azz..starmene un po’ fuori dal casino giornaliero..Mi porto da leggere un libro che avevo intenzione di leggere “Quando eravamo povera gente” di Cesare de Marchi….mi sembra adatto al luogo che è un piccolo ed incantevole villaggio del Reatino…non mi farò mancare due bruschette e un paio di salcicce fatte al camino annaffiando il tutto da un bel bicchiere di vino rosso fatto da mio marito….Beh non è male….peccato solo che…..lunedì arriva in un battito di ciglia.............




permalink | inviato da il 30/3/2007 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa



1 marzo 2007

gnam gnam

gnam gnam

Le piante carnivore sono piante che mangiano animali???

Sara' vero? Definite cosi' potrebbero sembrare degli esseri mostruosi e pericolosi. In effetti e' cosi', ma gli "animali" di cui queste piante si nutrono sono per lo piu' insetti non piu' grandi di una vespa o di un moscone.
Questo e' il motivo per il quale spesso si usa il termine piante insettivore, senz'altro meno cruento e impressionante.

Per la verita', le piante carnivore si nutrono di insetti per necessita'. Sono piante, infatti, che in natura vivono in ambienti particolarmente poveri dei nutrienti necessari alla crescita di tutte le piante. Le ritroviamo in paludi, in torbiere acide, su rocce spoglie, abbarbicate su tronchi di altre piante, sott'acqua... Le piante carnivore riescono a sopravvivere in questi ambienti sterili e inospitali ricavando il loro nutrimento dagli insetti. In questo modo, anche se il terreno e' sterile, queste piante riescono comunque a crescere e moltiplicarsi.
Le piante carnivore non sono solo moltissime, ma anche molto diverse tra loro. Diversi sono i loro sistemi di cattura, e diversi i modi di uccisione e digestione della preda. Alcune sono dotate di trappole a tagliola, altre di tubi ripieni di liquido digestivo, altre ancora ricoperte di colla acida... in effetti e' affascinante studiare tutti i meccanismi che queste piante hanno messo a punto per catturare le loro prede.

Molte sono le fantasie e i racconti che riguardano le piante carnivore, e non e' raro trovare persone convinte che ne esistano di enormi, in grado di divorare cani e gatti, magari nascoste in qualche foresta tropicale. Tutto cio' e' dovuto essenzialmente alla colossale ignoranza che circonda queste piante.




permalink | inviato da il 1/3/2007 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



26 febbraio 2007

la maialina sophia

La settimana passata sono andata nella mia casetta che ho sulle colline del reatino...quasi vicino l'Aquila..ero un pò stressata per il lavoro e avevo bisogno proprio di rilassarmi..e per rilassarmi, sembra un paradosso, ma ho bisogno di faticare. E allora mi è venuta l'idea di fare un piccolo orto....Ho iniziato a vangare..e poi a zappettare.....nel giro di un quarto d'ora non pensavo più all'ufficio, ai problemi che ti versano addosso i figli..e alla vita caotica di ogni mia giornata. Sentivo solo la fatica e il sole sulla pelle e il canto degli uccellini.......e c'era solo Sophia (proprio con la acca) la maialina nana del vicino che mi guardava. Ho fatto proprio un bel lavoro, ovvio che poi il vicino mi ha detto che non ho zappato e vangato con forza e sarei dovuta andare più a fondo.... Insomma alla fine ho seminato gli spinaci (chissà se verranno)...e piantato delle piantine di insalata.(forse è troppo presto..ma non importa)..ero stanca morta ma....serena dentro!!!
Non vedo l'ora di tornare sabato..




permalink | inviato da il 26/2/2007 alle 23:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


sfoglia     luglio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



canetra
che tempo farà domani
piante e fiori
beppe grillo
mietta
calimero
penelope
raqqash
giulia
eta beta
fort
enrico
chiamami aquila
mostro joe
scarpette rosse
wicky


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom