Blog: http://danae.ilcannocchiale.it

Fino a sera....

 

La primavera fa capolino in certe giornate dove il vento rincorre i fogli di giornale sul marciapiede e il sole fa uscire nell’aria ancor fredda della mattina le persone ancora assonnate ma sorprese da quel non so che di luminoso..di diverso. Non riesco a svegliarmi tanto facilmente, sono presa da una dolce indolenza e vorrei rimanere ancora nel letto a godere un po’ del tepore e a pensare….

Si all’inizio della primavera sono presa da una voglia di non fare nulla… di rimanere un po’ per fatti miei..quasi a riposare delle fatiche che sta ora facendo la natura.

La natura si sta risvegliando seguendo un percorso antico ma sempre affascinante ed eterno. A giorni sbocceranno le peonie e il viale sotto la mia casa si tingerà del rosso degli alberi di giuda… e io festeggerò i semi della calendula che stanno nascendo….come sempre… come ogni anno e io come ogni anno mi sorprenderò davanti ad un albero pieno di gemme o guardando il cielo tinto di un azzurro così diverso.

Avrei voglia di non andare a lavoro,,,di alzare il telefono e dire…oggi rimango a casa. Voglio rimanere a casa per cullarmi …per assaggiare le promesse sempre mantenute della primavera. E invece no…non c’è tempo per fermarsi, per guardare il cielo..di corsa..sempre di corsa ..affannosamente.....fino a sera.

Pubblicato il 17/3/2008 alle 0.6 nella rubrica riflessioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web